Il Cuore dell’Arberia si scontra con il Governatore della Calabria

45765_1371191516782_1141585575_30885673_1118703_n

Il Cuore dell’Arberia si scontra con il Governatore della Calabria

 

Ancora una volta la politica negletta del Governatore della Calabria, Giuseppe Scopelliti, si rivolta contro le legittime richieste del Popolo Arberesh. Dopo aver dichiarato il falso riguardo  il numero effettivo dei parlanti grecanici, nella provincia di Reggio Calabria, aumentandone impunemente il numero, per usufruire in maniera maggiore di fondi dalla Comunità Europea, oltraggiando le reali e consistenti presenze albanofone, adesso si accanisce contro l’unico ospedale operante in tutta l’Arberia: l’ospedale di Lungro. Un mese e mezzo fa, l’Eparca degli Albanesi dell’Italia Continentale, il sindaco di Lungro Giuseppino Santoianni, il sindaco di Firmo Antonio Palermo e quello di Acquaformosa Giovanni Manoccio avanzarono una proposta di incontro con il Governatore riguardo lo stato di degrado dell’ospedale Arberesh, che lo stesso ha reso degenerante per futili motivazioni. Scopelliti non ha risposto e non ha intenzione di rispondere né al Vescovo e tantomeno ai tre sindaci delle comunità albanofone. Si ricordi il Governatore di questa meravigliosa Regione, che gli Arberesh sono adusi ai sacrifici e che nei momenti di lotta dura sono sempre uniti in prima fila pur di serbare la loro identità e richiedere quello che giustamente gli spetta.

 

La Redazione

Precedente L'Arberia si riunisce a Civita Successivo Francesco Candreva: letterato e patriota di Spezzano Albanese